Nata a Venezia ma residente in Toscana da più di vent’anni, Vera Luciani si forma nella città lagunare in ambito musicale frequentando negli anni ‘80 il Conservatorio Benedetto Marcello dove studia violino, pianoforte e canto.

All’inizio degli anni ’90 scopre la passione per l’ambiente, il paesaggio e la botanica che determinerà tutte le sue scelte future. Il primo incarico di rilievo lo riceve nel 2000 quando le viene affidata la responsabilità della realizzazione degli spazi verdi e della coordinazione dei lavori inclusa la gestione del personale, nella tenuta “Hapimag” di Pentolina, in provincia di Siena. Il lavoro si svolge in collaborazione con la ditta svizzera Idea Verde. Successivamente, Vera assume la gestione di altre importanti tenute, sempre in territorio senese.

Il lavoro sul campo nei primi anni duemila è affiancato dalla formazione teorica per professionisti realizzata presso la Scuola Agraria del Parco Reale di Monza dove Vera Luciani nel 2002, consegue il diploma di progettista di giardini, vivaista biologico e professionista del verde ornamentale.

Nel 2003 inizia l’attività in libera professione fondando Luciani Giardini, azienda specializzata nella progettazione e costruzione di giardini e biolaghi che da subito si colloca tra le prime aziende italiane a proporre con successo l’inserimento di piscine naturali, bio-laghi e piscine a sale nei parchi e giardini privati. In questo stesso periodo, le competenze di Vera Luciani si arricchiscono nell’ambito della bio ingegneria per le applicazioni al verde, nella conoscenza delle piante acquatiche e della loro manutenzione.

Attualmente sono numerosi i biolaghi e le piscine naturali di Vera Luciani che caratterizzano e arricchiscono scorci del paesaggio Italiano. L’esperienza sin qui maturata e la continua attività di aggiornamento sulle nuove tecnologie applicate alla realizzazione di bio-laghi e piscine naturali fanno di Vera un’esperta che viene richiesta come relatrice di tavole rotonde, convegni, e seminari in Italia e all’estero.

Vera Luciani è membro sostenitore della “Fondazione Italiana per la Bioarchitettura e l’Antropizzazione Sostenibile dell’Ambiente”.