Membro sostenitore della Fondazione di Bioarchitettura, Vera Luciani, partecipa in qualità di relatore a numerosi convegni, seminari e tavole rotonde, in Italia e all’estero, sui criteri di costruzione e funzionamento dei bio-laghi e sulla progettazione e realizzazione delle piscine naturali. Veneziana di nascita e Toscana di adozione, ha disegnato e realizzato biolaghi e piscine naturali nel paesaggio italiano, curando la progettazione nei minimi dettagli fino alla completa realizzazione. Diplomata presso la Scuola Agraria del Parco Reale di Monza come progettista di giardini, vivaista biologico e professionista del verde ornamentale, Vera Luciani arricchisce le sue competenze nell’ambito della bio ingegneria per applicazioni al verde, nella conoscenza profonda delle piante acquatiche, della loro messa a dimora e manutenzione.

Il sistema Biolago. nato 30 anni fa in Austria, è in costante perfezionamento grazie a ricerche biologico-scientifiche e sperimentazioni “sul campo” con sistemi e componenti spesso brevettati nel paese d’origine. I grandi risultati naturalistici e paesaggistici legati all’elevatissima eco sostenibilità spiegano il crescente successo di questo sistema, di grande impatto visivo, ideale per accogliere gli amici e rilassarsi immersi in un angolo di natura.

Vera Luciani, esperta del settore da più di vent’anni, distingue tipologie diverse che rientrano nel concetto di bio-piscina, in cui l’obiettivo comune è comunque quello di creare, in alternativa alle piscine tradizionali, biolaghi balneabili con una depurazione pilotata ma perfettamente naturale. “Essenziale non è tanto la metodologia costruttiva – sottolinea Vera Luciani - quanto il raggiungimento della qualità balneabile dell’acqua attraverso la precisa conoscenza e l’applicazione dei processi biologici all’interno di un sistema acquatico naturale. L’equilibrio biologico a circuito chiuso è garantito dalle piante acquatiche che, assieme ad altri elementi fanno da filtro depurativo.” Questo trattamento di purificazione dell’acqua, in totale assenza di cloro, preserva sia la salute che l’abbronzatura. La bio-piscina, perfettamente ecocompatibile, si distingue dalla piscina tradizionale proprio per la totale assenza di prodotti e trattamenti chimici nei processi di depurazione. Dal punto di vista formale, il Biolago si inserisce, in modo suggestivo, nel contesto naturale del giardino senza stravolgerne l’essenza, aggiungendo un’oasi di relax intesa come elemento funzionale dell’abitare.

Vera Luciani, specializzata nella progettazione e costruzione di giardini e biolaghi dal 2000, è tra le prime aziende italiane a proporre con successo nei propri progetti di giardini privati e parchi l’inserimento di piscine naturali, biolaghi e piscine a sale. Gli elementi complementari decorativi e funzionali quali ruscelli, cascate, piante acquatiche e solarium vengono realizzati nel pieno rispetto delle forme naturali del Biolago. Il connubio tra piante e, nel tempo, piccola fauna completa questo delicato equilibrio creando così un angolo di rara bellezza nel quale è possibile nuotare come in una piscina tradizionale.

Il convegno di domenica 11 settembre ore 15.30 presso la sala consiliare del Municipio di Salò, sarà occasione di approfondimento delle tante tematiche legate a questo interessante ridisegno, in chiave funzionale e ecocompatibile, del paesaggio.

La manifestazione “I Giardini del Benaco” a cura di Graziella Belli direttrice del Giardino Heller, è promosso dal Comune di Gardone Riviera in collaborazione con i Comuni di Salò e Sirmione, con l’Associazione Italiana Architettura del Paesaggio (AIAPP), e con l’Ordine degli Architetti di Brescia e Verona.